All’alba del 25 Gennaio 2021 – dopo l’esecuzione dei provvedimenti restrittivi dell’8 dicembre 2020 – i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Viterbo e della Compagnia CC di Tuscania, congiuntamente a personale della Polizia Stradale di Viterbo, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. di Viterbo nei confronti di altre tre persone.

I predetti, a vario titolo, sono ritenuti esecutori materiali della rapina “a mano armata” consumata lo scorso 28 novembre presso l’Ufficio Postale di Canino, nel corso del quale i malviventi si sono impossessati della somma di 200.000 euro.

I tre indagati, già conosciuti  alle  Forze dell’Ordine,  in relazione alle diverse esigenze cautelari, sono stati sottoposti due agli arresti domiciliari  ed uno associato in carcere.

Sin dall’inizio, le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Viterbo, si erano concentrate sul possibile coinvolgimento di un dipendente dello stesso ufficio, motivo per il quale, l’8 dicembre 2020, veniva sottoposto ad altra misura cautelare l’ex direttore dell’ufficio postale di  Canino insieme ad altri tre soggetti, risultati anche loro gli organizzatori del colpo.