REGIONE – “Avevamo consigliato cautela a chi due mesi fa dichiarava a gran voce “Mia moglie prepara il caffè con l’acqua del rubinetto”ed invitavamo ad attendere prima di esultare per la risoluzione del problema arsenico a Viterbo. Il provvedimento cautelativo, contingibile e urgente a tutela della salute pubblica emanato da Michelini infatti, dimostra che la problematica è ancora presente.

 

Allo stesso tempo le rassicurazioni espresse dal presidente Zingaretti, che solo la settimana scorsa durante la sua visita a Viterbo aveva annunciato che l’emergenza arsenico era rientrata, risultano allo stato dei fatti fuori luogo e inopportune. Prima di affrettarsi con le solite dichiarazioni trionfalistiche, eccessive ed esagerate, sarebbe meglio verificare che le criticità siano del tutto superate”. Lo dichiara in una nota il consigliere di Nuovo Centrodestra della regione Lazio Daniele Sabatini (foto).

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email