Questa mattina, nell’ingresso di molte sedi territoriali dell’Inps sono apparsi dei falsi necrologi che riportano nomi, date e motivazioni del decesso di persone inesistenti con l’evidente scopo di danneggiare l’immagine dell’Istituto, intimidire i lavoratori, con la conseguenza di sollevare risentimenti…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteAnas: chiuso lo svincolo di Soriano/Chia per lavori di risanamento della pavimentazione
Articolo successivoMontefiascone, aperte le iscrizioni all’Istituto Universitario Progetto Uomo