“Vivo da sempre in questo paese e non avrei mai immaginato di ricevere  un minaccia così grave da aver scosso non solo la mia persona, ma tutta la mia famiglia.

Mi è stato fatto recapitare nella cassetta della posta un proiettile.

Ho sporto regolare denuncia sull’accaduto e – informa Paola Saltalamacchia –  le autorità giudiziarie hanno attivato i protocolli di sicurezza.

Sono stati eseguiti dei controlli rispetto alla mia vita personale, lavorativa e attività politica. Il messaggio che vorrei trasmettere è che, al di la dell’esito delle indagini sulle minacce ricevute, invito tutte le autorità interessate a controllare in modo più adeguato il nostro territorio e la nostra comunità, visto che anche in altre occasioni si sono verificate episodi  così spiacevoli, nonostante il nostro paese sia veramente piccolo.

Inoltre, invito tutte le persone che ricevono  ingiustizie, soprusi  e minacce di  ogni  genere a sporgere denuncia alle autorità di giustizia  preposte e denunciare quanto subito. Non è, infatti, tollerabile che, chi difende i propri diritti, si senta minacciato o abbia timore nell’esprimere un’opinione».