BASSANO IN TEVERINA – Sono iniziati i lavori di installazione della prima serie di telecamere di videosorveglianza predisposte dal Comune di Bassano in Teverina come antibiotico contro vandalismi e illegalità, in diversi luoghi del territorio comunale. Il sopralluogo da parte del Sindaco Alessandro Romoli e dell’Assessore ai lavori pubblici Stefano ABATI e del collaboratore ufficio di staff del Sindaco Loris Turchetti ha rappresentato il via dell’operazione.

I siti che saranno raggiunti dalla videosorveglianza nei prossimi giorni sono una decina in tutto e rappresentano il risultato del lavoro congiunto di tecnici incaricati dal comune, dell’ufficio di Polizia Locale e dell’amministrazione comunale tutta. Per ogni sito è stata valutata la potenziale utilità e l’importanza strategica in termini di controllo e sicurezza del territorio, in modo particolare nei possibili punti di accesso al paese.

“Abbiamo verificato l’inizio delle attività propedeutiche all’installazione delle telecamere” il commento dell’Assessore ai lavori pubblici Stefano Abati.  “Nei prossimi giorni proseguiremo come da cronoprogramma fino all’esaurimento dei siti previsti. Le telecamere di videosorveglianza registreranno e conserveranno le immagini ad alta definizione, anche con lettura della targa, per sette giorni, per poi trasmettere il segnale presso la sala operativa della Polizia Locale. Tutti gli accessi veicolari del nostro Comune saranno presidiati continuativamente 24 ore su 24.

“Il nostro obiettivo – conclude l’Assessore – , oltre a rappresentare il mantenimento di un impegno programmatico, è quello di creare un sistema capillare e diffuso di videosorveglianza che serva da supporto alle attività di indagine delle Forze dell’Ordine. E’ fondamentale potenziare la sicurezza dei cittadini che abitano nel nostro territorio. La presenza delle telecamere ci servirà, inoltre, come strumento per contrastare il vandalismo,l’illegalità. Detto servizio contribuirà inoltre al contrasto dello sfruttamento della prostituzione lungo la strada provinciale Ortana, ricadente nel nostro territorio”.