Passaggio del Comando

 

VITERBO – Si è tenuta, oggi, nella Caserma “Roberto BAZZICHELLI”, sede del Comando dell’Aviazione dell’Esercito, la cerimonia di avvicendamento al vertice dell’Aviazione dell’Esercito tra il Generale di Divisione Antonio Bettelli, Comandante cedente, ed il Generale di Brigata Paolo Ricco’, Comandate subentrante.

La cerimonia odierna, presieduta dal Generale di Corpo d’Armata Riccardo Marchio’, Comandante delle Forze Operative Terrestri e Comandante Operativo dell’Esercito, ed alla quale hanno partecipato numerose personalità locali, conclude, dopo più di due anni di comando del Generale Bettelli, un periodo molto significativo per l’Aviazione dell’Esercito. Il Comandante nel proprio indirizzo di commiato, nell’esprimere profonda gratitudine a tutti i “Baschi Azzurri”, ha voluto ricordare come le unità dipendenti, abbiano fornito un apporto importante in supporto alle operazioni sia in territorio nazionale sia all’estero.

A tal proposito va ricordato che unità di volo dell’Aviazione dell’Esercito partecipano alle operazioni “Resolute Support Mission” in Afghanistan, “Prima Phartica” in Iraq nonché “United Nations Interim Force in Lebanon – UNIFIL” in Libano, quest’ultima missione vede gli equipaggi dell’Aviazione dell’Esercito impegnati fin dal lontano 1979 in territorio libanese. Di analogo spessore sono stati nel periodo gli impegni in territorio nazionale, quali il supporto nelle campagne di lotta agli incendi boschivi, i concorsi a favore del Dipartimento della Protezione Civile in occasione dei noti eventi sismici del centro Italia e di emergenza neve in Abruzzo.

Un campo di impiego vasto e diversificato che esprime in maniera significativa le potenzialità e lo spirito duale dell’Aviazione dell’Esercito.

Il Generale di Divisione Antonio Bettelli è stato designato per un incarico in teatro operativo estero. Il Generale di Brigata Paolo Ricco’, che ha appena concluso il comando della Brigata Aeromobile “Friuli”, assume il Comando dell’Aviazione dell’Esercito dopo aver ricoperto numerosi incarichi di comando presso le unità della specialità quali il 7° Reggimento “Vega” di Rimini ed il 5° Reggimento “Rigel” di Casarsa della Delizia (PN).