I carabinieri della stazione di Canino erano stati avvisati da un agricoltore della zona che sul suo terreno ad uso agricolo aveva trovato accumulati rifiuti, successivamente classificati pericolosi, consistenti in parti di autoveicoli, carrozzeria e parti in plastica.

Immediatamente i carabinieri della stazione hanno avviato le investigazioni per capire chi potesse essere l’autore, che oltre a creare un danno ambientale, soprattutto in questo periodo di pioggia, quando l’acqua piovana arriva al terreno dopo essere passata attraversi i rifiuti pericolosi, ha creato anche un danno allo stesso agricoltore che essendo titolare del terreno rischiava di pagare in prima persona penalmente per gestione incontrollata di rifiuti, oltre alla successiva bonifica.

Al termine delle indagini i carabinieri della stazione hanno individuato il colpevole in un carrozziere di Canino, che anziché pagare come previsto lo smaltimento dei rifiuti pericolosi tramite conferimento a ditte specializzate, accumulava e poi gettava i rifiuti in zona agricola.

Il carrozziere, individuato come responsabile, è stato quindi denunciato dai carabinieri della stazione per gestione di rifiuti non autorizzata, invasione e deturpamento di terreno altrui.