Il 17 giugno 2020, i Carabinieri della stazione di Capodimonte al termine di una specifica attività investigativa, hanno individuato una giovane donna che percepiva illegalmente il reddito di cittadinanza senza averne titolo, ma falsificando, nelle comunicazioni all INPS, i suoi dati e le sue attestazioni relative anche alla residenza, ed arrivando a percepire nel periodo esame delle investigazioni quasi 12.000 euro.

I Carabinieri incrociando dati ed effettuando mirati servizi investigativi hanno scoperto che la signora aveva attuato la truffa, mirando a percepire indebitamente le erogazioni statali, in questo caso il reddito di cittadinanza.

È stata quindi individuata e denunciata alla Procura della Repubblica di Viterbo.