VITERBO – Sono continuati nel week end i servizi che l’Arma dei Carabinieri ha svolto nell’attività di controllo del territorio, per prevenzione del fenomeno delle stragi del abato sera e per arginare la criminalità predatoria. In tutto il territorio della provincia sono stati posti in essere servizi a largo raggio e i risultati non sono tardati ad arrivare.

 

La Compagnia di Viterbo ha tratto in arresto nel capoluogo un uomo 43nne per spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo è stato colto in flagranza mentre cedeva due dosi di eroina ad un 38nne del viterbese che è stato segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo quale assuntore. La successiva perquisizione domiciliare a casa dello spacciatore ha permesso di rinvenire due bilancini di precisione e diverso materiale per il taglio ed il confezionamento delle dosi nonché la somma contante di 900,00 euro provento dell’illecita attività; denunciato in Vetralla un 34nne di origini libiche che, controllato a bordo della propria autovettura, ha esibito una patente di guida emessa dalle autorità di quel paese palesemente falsa. Il documento è stato sottoposto a sequestro e sono in atto ulteriori accertamenti per verificare la presenza di altri documenti dello stesso tipo in possesso di altre persone; denunciato in stato di libertà tra Soriano nel Cimino, Vetralla e Viterbo due uomini rispettivamente di 53 e 23 anni poiché, controllati alla guida dei propri veicoli, venivano durante una perquisizione locale trovati in possesso di due grammi di cocaina e 5 grammi marijuana nonché di vario materiale per la pesatura e il confezionamento delle dosi; denunciato in stato di libertà a Soriano nel Cimino un uomo 56nne per esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza e minacce nei confronti della sorella impedendole l’accesso su di un fondo agricolo.

 

La Compagnia di Ronciglione ha denunciato in stato di libertà, in Villa San Giovanni in Tusca, un uomo di origine romene 18nne per concorso in tentato furto aggravato. Il giovane, insieme ad altre due persone in corso di identificazione, era entrato in un casale di campagna asportando 50 metri di cavo elettrico in rame. L’immediato intervento dei militari ha permesso di bloccarlo mentre, accortosi della presenza dei militari, tentava di allontanarsi a bordo della sua autovettura; denunciato in stato di libertà a Bassano Romano un uomo 69nne poiché fermato alla guida del proprio veicolo con il certificato ed il contrassegno assicurativo palesemente contraffatto; denunciato a Sutri un 29nne romano per essersi rifiutato di sottoporsi agli accertamenti per verificare l’uso di sostanze stupefacenti e contestualmente veniva sottoposto a perquisizione personale rinvenendo nelle sue disponibilità circa 5 grammi di haschish. Per quest’ultimo motivo veniva anche segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo quale assuntore.

 

La Compagnia di Montefiascone ha tratto in arresto un 42nne per evasione dagli arresti domiciliari. L’uomo già arrestato venerdì per maltrattamenti in famiglia, nonostante sottoposto agli arresti domiciliari è stato sorpreso all’interno di un bar del luogo mentre si intratteneva tranquillamente con altri avventori denunciato in stato di libertà due uomini di origine romena per concorso in attività di gestione di rifiuti non autorizzata. I due, di 32 e 23 anni, sono stati sorpresi mentre a bordo del loro furgone raccoglievano e trasportavano attrezzi agricoli in disuso e elettrodomestici vari. Per quanto riguarda la circolazione stradale sono stati controllati in totale circa 650 veicoli, identificate circa 9000 persone, posti sotto sequestro 5 veicoli, elevate 320 contravvenzioni al codice della strada per un totale di 6.250,00 euro e sottratti circa 1000 punti patente. Nel corso dei servizi i militari hanno rilevato 12 incidenti stradali di cui 3 con feriti.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email