VETRALLA – I Carabinieri della Stazione di Vetralla hanno arrestato un rumeno di 43 anni per maltrattamenti contro familiari.

Da tempo maltrattava la moglie e nella tarda serata del 27 ottobre, rientrando a casa, al culmine dell’ennesima lite scoppiata senza motivo, le procurava una rottura del setto nasale colpendola più volte con una bottiglia.

La scena si svolgeva davanti al figlio della coppia che non ha esitato a chiedere l’intervento del 112, vedendo la madre riversa a terra ed in condizioni disperate. Sul posto, i Carabinieri sono intervenuti tempestivamente e hanno potuto evitare ben più gravi conseguenze.

L’attività d’indagine ha permesso di far luce sul caso e di capire che la donna era costretta a vivere in un costante clima di terrore in sudditanza psicologica e fisica.

Il cittadino rumeno, dopo il rito direttissimo, è stato portato in carcere per espiare la sua pena.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email