VITERBO – Nel corso di mirato servizio di prevenzione e repressione del fenomeno del traffico di stupefacenti, nel primo pomeriggio di ieri i Carabinieri del Comando Stazione di Bagnaia e del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Compagnia di Viterbo hanno proceduto al controllo di una giovane coppia di viterbesi di anni 43 e 34.
I militari, come riporta un comunicato dell’Arma, nella mattinata di ieri, avevano infatti maturato il sospetto che all’interno di un appartamento ignoti coltivassero della marijuana. Predisposto un servizio di osservazione, i carabinieri hanno atteso che i sospettati uscissero di casa per bloccarli ed entrare nell’appartamento.

A seguito delle perquisizioni personali e domiciliari veniva rinvenuta una consistente piantagione di marijuana, con tutto l’occorrente per la coltivazione (serra, terra, lampade, fertilizzante..), nonché circa 600 grammi di marijuana essiccata, con il materiale per la pesatura e confezionamento in dosi, da rivendere evidentemente sulla piazza di Viterbo.

A seguito di tale attività i due venivano arrestati e, su disposizione del P.M. di Turno della Procura della Repubblica di Viterbo, sottoposti alla misura degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email