PROVINCIA – Due giovani di 29 e 24 anni residenti a Tuscania sono stati denunciati dai carabinieri per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di una serie di perquisizioni effettuate dai militari dell’Arma locale e del nucleo cinofili di Santa Maria di Galeria (Roma),  i due sono stati trovati in possesso rispettivamente, il primo, di 3 grammi di hashish, divisa in 3 dosi, di un coltello sporco della stessa sostanza, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento; il più giovane, invece, aveva con sé 10 grammi di hashish, divisi in cinque dosi.

 

Nella medesima operazione, un 25enne di Tuscania è stato segnalato all’autorità amministrativa quale assuntore di stupefacenti per essere stato trovato in possesso di grammi 2,5 di hashish.

 

Carbognano – I carabinieri della locale Stazione hanno arrestato e condotto al carcere di Mammagialla un quarantenne, libero professionista con precedenti di polizia, originario di Civita Castellana e residente a Faleria in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Viterbo, dovendo l’uomo scontare una condanna di 2 mesi e 15 giorni di reclusione perché, durante un controllo effettuato dai carabinieri mentre si trovava alla guida del proprio ciclomotore, è risultato sprovvisto del certificato di idoneità e ha rifiutato di sottoporsi all’accertamento dello stato di alterazione psicofisica.

 

Bassano Romano – I carabinieri della locale Stazione hanno arrestato e condotto al carcere di Mammagialla un 27enne originario della Capitale, disoccupato con precedenti di polizia, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Viterbo, dovendo il giovane scontare una condanna violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Nell’estate del 2012 il ragazzo, durante una lite condominiale, aveva colpito i carabinieri intervenuti con un martello provocandogli lievi lesioni agli arti.

 

I carabinieri della Compagnia di Viterbo ieri pomeriggio a Civitavecchia hanno rintracciato ed arrestato un 41enne lì residente su cui pendeva un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Perugia. L’uomo, che è stato condotto al carcere di Civitavecchia, dovrà espiare quattro anni e due, mesi due di reclusione per reati inerenti gli stupefacenti.

Commenta con il tuo account Facebook