Quanto accaduto a Viterbo è scioccante. I balordi che hanno violentato questa ragazza la pagheranno cara“. Luigi Di Maio usa toni duri per commentare così l’arresto a Viterbo di due membri di CasaPound: un consigliere comunale di 19 anni, F. C., e un attivista di 21, R. L., accusati di violenza sessuale su una 36enne. “Se è vero mi auguro si facciano 30 anni di galera” aggiunge il vicepremier esprimendo “tutto il sostegno possibile alla donna e alla sua famiglia”.

Il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, usa le stesse parole: “È vergognoso e i balordi che hanno abusato della giovane la pagheranno cara. Sembra che la ragazza sia stata colpita, picchiata e violentata dopo aver perso i sensi – riferisce -. È sconvolgente, ditemi voi se queste non sono delle bestie!”.

Il Pd chiede lo scioglimento del partito di estrema destra: “Siamo scioccati dalla notizia della folle violenza – dice il senatore Bruno Astorre -, i vertici del governo, Salvini, Di Maio e la maggioranza mettano al bando un’organizzazione para fascista come Casapound che produce una cultura basata sulla violenza, la xenofobia e la sopraffazione” conclude il segretario laziale dei dem.

Anche il leader di Casapound Simone Di Stefano fa sapere che “la persona in questione è stata immediatamente espulsa da CasaPound ed ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale. Qualora risultasse colpevole auspico una pena durissima. Come per ogni altro infame stupratore“.

 

Violentano donna di 36 anni e riprendono tutto con il telefonino, accusati due giovani viterbesi

Commenta con il tuo account Facebook