VITERBO – “Don Giovanni Mai è entrato nella casa del Padre. Nato nel 1924 fu ordinato sacerdote nel giugno del 1947 e ha svolto il suo ministero sacerdotale come Parroco di Trevinano per circa sessanta anni. Dopo la rinuncia all’incarico per la fatica dell’età, ha continuato a svolgere il ministero come collaboratore nella Parrocchia di Acquapendente dove si era trasferito.

 

Il suo è stato sempre un servizio fedele e generoso, durante il quale è riuscito, con il suo carattere gioioso e mite, a infondere sempre in quanti lo hanno conosciuto tanta serenità.

 

Uomo di fine intelligenza e grande sensibilità umana è stato anche apprezzato come poeta fecondo: i suoi versi hanno caratterizzato tanti momenti della vita parrocchiale e di quella del presbiterio della diocesi. Fino all’ultimo non si è mai risparmiato nel suo servizio sacerdotale, spendendosi nell’amore a Dio e alla Chiesa. La comunità Diocesana – con il Vescovo e il suo presbiterio – lo affida all’abbraccio di Dio, che è misericordia e pace, e gli dice ancora grazie nella comunione della fede nel Cristo Risorto, la cui Pasqua in questi giorni ci prepariamo a celebrare”.

 

d. Luigi Fabbri
Vicario Generale Diocesi di Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook