Nicolò Marcello D'Angelo

 

VITERBO – Venerdì mattina il Prefetto D’Angelo, insieme ai componenti del Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica e al Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, ha richiamato l’attenzione dei Sindaci della provincia sulla necessità di rafforzare, nel rispetto delle diverse competenze, ogni forma di collaborazione fra tutti gli enti coinvolti al fine di garantire la conservazione del patrimonio nazionale boschivo e l’incolumità pubblica nei centri abitati.

Dopo aver illustrato le circolari, già diramate ai comuni, emanate dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal Ministro dell’Interno, il Prefetto ha evidenziato l’importanza che sia seguito il flusso informativo delineato nelle linee guida favorendo, attraverso le sale operative, lo scambio reciproco di dati e informazioni nelle diverse fasi dell’emergenza ed evitando sovrapposizioni. In tal modo si garantirà l’allertamento sinergico di tutte le componenti del sistema di prevenzione e di gestione dell’emergenza.

Il Prefetto ha anche sollecitato i Sindaci affinché provvedano all’aggiornamento dei piani comunali o intercomunali secondo i rischi connessi al territorio prevedendo delle procedure di allertamento compatibili con le novità operative. Le pianificazioni volte a tutelare l’incolumità pubblica dovranno coniugarsi con quelle di garanzia dell’ordine e della sicurezza pubblica prevedendo da un lato, interventi per l’evacuazione di centri abitati, insediamenti, infrastrutture ed impianti turistici, anche temporanei minacciati dall’incendio e, dall’altro, il controllo della viabilità specie nei casi di possibile interruzione temporanea del traffico, finalizzata alla delimitazione dell’area interessata dall’evento calamitoso. Il monitoraggio dei territori boschivi, prevalenti nella nostra provincia, dovrà essere molto attento e si dovranno intensificare le attività di prevenzione nei giorni caratterizzati da temperature più elevate. Notevole importanza riveste anche una corretta e capillare campagna di informazione alla popolazione che i Sindaci dovranno realizzare. Infine il Prefetto ha richiamato i comuni ad eseguire il tempestivo aggiornamento del catasto delle aree percorse dal fuoco con la conseguente applicazione dei vincoli di destinazione e delle limitazioni d’uso di cui alla legge n. 353/2000.

Ciascun Ente, a diverso titolo interessato, dovrà porre in essere ogni azione atta a prevenire l’innesco di incendi che possano interessare fasce perimetrali alle zone abitate, infrastrutture strategiche, reti viarie, ferroviarie e aree di pregio ambientale e naturalistico. Secondo le linee guida la Capitaneria di Porto di Civitavecchia contribuirà individuando aree prossime alle coste, idonee al pescaggio dell’acqua da parte dei mezzi aerei, garantendo, al contempo, la salvaguardia per le attività di pesca e la balneazione. Le Forze di Polizia in raccordo tra loro intensificheranno l’azione di controllo del territorio per la specifica finalità della prevenzione degli incendi dolosi, prevedendo, nella pianificazione delle attività, le misure atte a coniugare le esigenze di tutela della pubblica incolumità con quelle della sicurezza pubblica. Il Comandante dei Vigili del Fuoco ha illustrato le iniziative intraprese su base provinciale per garantire una rapida individuazione dei punti di rifornimento dell’acqua, ovvero degli idranti, nei diversi territori comunali chiedendo l’ausilio dei Sindaci nell’indicazione di quelli effettivamente attivi ed idonei a supportare le operazioni.

Per la campagna estiva la flotta aerea dello Stato potrà disporre di 16 velivoli Canadair CL-415, di 4 elicotteri S-64F oltre a quelli già a disposizione del comparto Difesa e del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, assicurando la piena attuazione delle disposizioni per il concorso della flotta aerea dello Stato nella lotta attiva agli incendi boschivi.

L’incontro è stato molto costruttivo, il Prefetto e il Comandante dei Vigili del Fuoco hanno risposto a diverse richieste di chiarimenti formulate dai rappresentanti degli enti locali.

Commenta con il tuo account Facebook