VITERBO – “Dopo l’ufficio del Giudice di Pace potrebbe essere a rischio anche il servizio della Farmacia Comunale F2 di via Ferretti?
Una recente esternazione, espressa in sede di delegazione trattante dalla parte pubblica, sull’ipotesi di cedere uno dei gioielli di famiglia ci obbliga ad alzare il livello di guardia ed a sollecitare un chiarimento da parte di chi di dovere.

 

Lasciando ad altri le valutazioni di ordine politico ed economico, ciò ci fa nuovamente preoccupare e, se non smentito pubblicamente, pone interrogativi, in primis sulla sorte dei dipendenti di quella Farmacia. Poi qualora l’operazione prospettata dipendesse, come in quella sede estemporaneamente accennato, dal dover fronteggiare esigenze di liquidità, allora la nostra preoccupazione si estenderebbe a tutti i dipendenti comunali, per i profili di criticità in ordine alla sicurezza delle loro retribuzioni.

 

La delicatezza di temi di interessi in gioco impone all’Amministrazione Comunale di fare chiarezza, rendendone conto in modo esatto e puntuale ai suoi dipendenti e alle Organizzazioni Sindacali. Non vorremmo che questa amministrazione si accingesse a svuotare un altro servizio essenziale e strategico al solo fine di fare cassa, in modo veloce e senza progettualità alcuna, ai danni dei dipendenti, anche in termini di occupazione futura, oltre che, indubbiamente, dei cittadini”.

 

Cinzia Vincenti (foto)
Segretaria Provinciale AA.LL. – FP CGIL Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email