VITERBO – Si è svolta ieri sera dalle 19.20 alle 20 a Viterbo come in tutta Italia il flash mob “Vestiti di rosso”. I docenti viterbesi si sono presentati vestiti di rosso (una maglia, un foulard) e con un libro sul cuore per manifestare il dissenso al ddl scuola contro la Riforma Renzi.

 

Vestiti di rosso e con un libro in mano (i Promessi sposi opera manzoniana che qualche bel pensante vorrebbe eliminare dalla cultura scolastica ) per dire “no” alla Buona scuola del governo Renzi, in discussione al Senato. Anche gli abilitati Tfa protestano contro l’esclusione dal piano di assunzioni previsto dal governo.

 

“Pur avendo superato un concorso nazionale in tre prove bandito dal ministero dell’Istruzione sul fabbisogno effettivo di posti e aver intrapreso un percorso universitario di alta specializzazione – si legge in una nota – i neoabilitati non rientreranno nel piano di assunzioni del governo, vittime di un sistema che non premia assolutamente il merito tanto decantato dagli slogan filogovernativi”. La protesta poi si è spostata da Piazza del Comune in Via Saffi sotto le finestre della Provincia.

 

Foto G de Zanet Flash mob Promessi sposi (1)

Foto G de Zanet Flash mob Promessi sposi (3)

Foto G de Zanet Flash mob Promessi sposi (4)

Foto G de Zanet Flash mob Promessi sposi (5)

Foto G de Zanet Flash mob Promessi sposi (6)

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email