1 persona arrestata, 3 persone denunciate in stato di libertà, 631 persone identificate durante le 38 ispezioni ai depositi di rottamai, 11 lungo linee ferroviarie e 10 su strade con l’impiego di 144 operatori della Polizia Ferroviaria del Compartimento Polfer per il Lazio: una giornata quella di ieri di controlli straordinari dedicati in particolare al contrasto dei reati connessi al furto e alla commercializzazione del rame utilizzato in ambito ferroviario.

L’attività preventiva posta in essere permette di scongiurare gli episodi di asportazione del pregiato materiale detto “oro rosso” utilizzato, in ferrovia per alimentare la circolazione dei treni, evitando pesanti ripercussioni sulla regolarità dei trasporti e disagio al servizio viaggiatori.
Le operazioni, che si sono svolte contemporaneamente in tutta la penisola, su disposizione del Servizio di Polizia Ferroviaria si sono protratte per tutta la giornata.

Gli Agenti del Posto di Polizia Ferroviaria di Cassino, in collaborazione con il Commissariato di P.S. di Sora durante il controllo di un deposito di materiale ferroso in località Sora (FR), hanno rinvenuto in un container 150 Kg di rame composto da cavi e tubi utilizzati esclusivamente dalle Ferrovie dello Stato Italiane; il proprietario del deposito e una sua collaboratrice, sorpresa tra l’altro nel tentativo di allontanarsi con parte del materiale, sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione. Inoltre nel deposito di materiale ferroso sono stati identificati tre uomini estranei alla ditta che durante i controlli si erano nascosti tra i rottami. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro.

Sempre gli Agenti del Posto di Polizia Ferroviaria di Cassino, a seguito dei controlli effettuati nello scalo ferroviario, hanno proceduto all’identificazione di un cittadino italiano proveniente dal capoluogo campano con diversi precedenti di Polizia, la maggioranza dei quali legati a reati in ambito ferroviario. A fronte dei riscontri e considerata l’ingiustificata presenza in stazione, l’uomo è stato allontanato con foglio di via obbligatorio.

Infine il personale della squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Lazio ha tratto in arresto un ventinovenne cittadino italiano destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per numerosi reati tutti riconducibili a maltrattamenti in famiglia.