Umberto Fusco
“L’omicidio del vicebrigadiere Cerciello Rega è un atto intollerabile ed inaccettabile. Secondo le ricostruzioni dell’accaduto, questo infame gesto è avvenuto per cento euro che i balordi avrebbero preteso in cambio della restituzione di un borsello rubato. Un futile motivo, che nasconde follia e sprezzo della vita umana, che l’incolpevole servitore dello Stato ha pagato a caro prezzo. È giunto, però, il momento di dire basta: basta all’odio seminato conto chi garantisce la nostra incolumità, basta all’impunità verso chi pubblicamente insulta e promette azioni violente contro le donne e gli uomini in divisa, basta a questo dilagante sentimento di vilipendio di divise e istituzioni. Oggi piangiamo un fedele carabiniere, morto mentre adempiva al proprio dovere; oggi è tempo per il rispetto, e una sola voce, densa di cordoglio e commozione, deve levarsi per omaggiare tale tremendo sacrificio”.
Così il senatore della Lega Umberto Fusco, membro della commissione Difesa a Palazzo Madama.
Commenta con il tuo account Facebook