Come si vede da qualche articolo che si impone di curiosare anche all’estero, il gioco, la tutela dei territori e dei giocatori sono in prima linea ovunque, non solo da noi… e questo per quello che riguarda il gioco terrestre. Ma anche il gioco online e la roulette gratis sono nel mirino dei vari Regolatori in quanto è senza dubbio il comparto del futuro di questo settore ed è anche quello più frequentato dai giovani e giovanissimi, ma purtroppo è anche quello che riserva più difficoltà nell’affrontarlo e nel controllarlo per i noti motivi.

Si può riferire oggi che, mentre accelera la sua indagine sul settore, che ammonta a circa 4,5 miliardi di sterline -pari ad oltre 5 miliardi di euro-, la Competition and Markets Authority inglese sta indagando a fondo nelle imprese di gioco online per controllare come e quanto siano tutelati coloro che a questo segmento si rivolgono e si registrano ai siti per poter accedere alle varie promozioni ed aprono conti di gioco. Indagine approfondita e programmata di comune accordo con la Gambling Commission del Regno Unito.

Si parte con questa indagine dall’ascolto di circa 800 clienti “scontenti” e la CMA ha chiesto alle aziende di rispondere alle domande su come operano in modo dettagliato e di poter esaminare attentamente il gioco proposto su una vasta gamma di siti web. Le lamentele “principali” partono, spesso, dal fatto che i giocatori non ottengono i bonus in danaro che invece si aspettano dalle promozioni che hanno “più o meno occulte” una serie di termini e condizioni che spesso sono poco chiari o, comunque confusi.

Condizioni che, in alcuni casi, addirittura, possono essere sleali ed i clienti potrebbero dover giocare centinaia di volte prima di essere autorizzati a ritirare il tanto agognato bonus/premio: sono studiate in modo che non si possa concretizzare la possibilità di uscire mentre si è in vantaggio ed incassare le vincite… quando lo si desidera. Persino quando i giocatori non sono registrati per una promozione vi sono preoccupazioni: alcuni operatori riescono a bloccare i propri clienti che prelevano soldi dai loro conti.

Tutto questo secondo la CMA, che tutela i consumatori, significa che il gioco online da sempre risulta rischioso, ma è necessario che le imprese giochino però lealmente: ogni giocatore dovrebbe ottenere il bonus che si aspetta se si iscrivono a quella promozione e dovrebbe poter “uscire dal gioco” quando vuole e non essere soggetto sempre a qualche “costrizione”. Purtroppo, non sempre il gioco online è liscio e lineare e sempre nuovi clienti vengono attratti da promozioni coinvolgenti solo per scoprire alla fine che “i dadi sono truccati” e che possono trovare un sacco di ostacoli sul loro cammino quando desiderano ritirare i loro soldi.

Certo, questo è esattamente il “lato oscuro” del gioco online, ma fortunatamente non si verifica sempre! In ogni caso, chi viene invece coinvolto in “fatti spiacevoli” deve segnalarlo ed aiutare la CMA a raggiungere quei siti che male si comportano nei confronti dei “poveri” giocatori, ingannandoli clamorosamente. Gli operatori del gioco devono trattare i propri clienti in modo più che leale e non dovrebbero dispensare inutili illusioni perché se non rispettano il diritto dei consumatori devono ricordare che CMA ha come obbiettivo quello di intraprendere misure esecutive nei loro confronti e fare in modo che gli stessi vengano perseguiti per la violazione della loro licenza operativa.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email