VITERBO – Una pattuglia della Polizia di Stato della Sezione Polstrada di Viterbo, nel corso del dispositivo denominato “Vacanze Sicure” effettuato presso i caselli autostradali di competenza, nei giorni scorsi fermava per un controllo una giovane a bordo di un’autovettura di piccola cilindrata.

Mentre il veicolo risultava regolarmente revisionato, la copertura assicurativa era assente: la ragazza, inoltre, priva di documenti, comunicava agli Agenti alcune generalità risultate, a seguito di accertamenti, false. Infatti, all’atto di firmare il verbale di sequestro del veicolo suddetto, la donna apponeva la firma della persona obbligata in solido, avente estremi completamente differenti da quelli riferiti.

A questo punto gli operatori di polizia, insospettiti, approfondivano gli accertamenti e, tramite la foto della patente di guida presente in banca dati, verificavano trattarsi di altra persona. Non solo. Il medesimo soggetto risultava avere un provvedimento di obbligo di sottoporsi a visita medica per rinnovo patente datato 2013 e patente di guida scaduta dal 2016!

Finalmente, la giovane, dopo aver continuato per un po’ ad asserire di trattarsi di altra persona, ammetteva la sua menzogna e, di conseguenza, veniva deferita all’A.G. in stato di libertà per i reati p. e p. dagli artt.494 e 495 C.P., nonché sanzionata per gli artt. 128/2 e 126/11 CDS, poiché circolava con patente di guida scaduta e mancata revisione della stessa.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email