Nella serata del 12 novembre a Canepina (VT), in occasione della celebrazione eucaristica nella ricorrenza dei 505 anni della consacrazione della chiesa di Santa Maria Assunta, i Carabinieri della Compagnia di Viterbo hanno restituito alla comunità parrocchiale calice del diciannovesimo secolo, rubato nella primavera scorsa da un armadio della sacrestia della vicina chiesa di San Michele Arcangelo. 

A2631064 EDFE 47F4 98F8 E9C2ABAAD93C 622x350

Gli accertamenti, sospinti dall’attiva collaborazione di parrocchiani e dalla sinergia tra la Stazione Carabinieri di Canepina e quella diLido di Camaiore –  Compagnia Carabinieri di Viareggio (LU), hanno permesso il ritrovamento del pezzo con parti in argento presso un antiquario della Versilia, con la denuncia di due persone ritenute responsabili del reato diricettazione. La riconsegna è avvenuta alla presenza del Vicario della Diocesi di Viterbo, Don Luigi Fabbri con il Parroco Don Gianluca Scrimieri e i giovani seminaristi.

Articolo precedenteVolley Club di Orte supera il Grosseto e registra la quarta vittoria consecutivi
Articolo successivoITT “Leonardo da Vinci” Viterbo CISCO Local Academy