TARQUINIA – Solo grazie all’intervento degli uomini della Polizia di Stato sono riusciti a salvarsi da un incendio che aveva interessato il palazzo. L’episodio si è verificato alle ore 23,30, circa di ieri, quanto la Squadra Volante del Commissariato interveniva a Tarquinia, in Via Ancarano, ove dal seminterrato del civico 2 usciva un denso fumo nero.

 

Dopo aver richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco gli uomini della Polizia di Stato del Commissariato si introducevano all’interno del palazzo e dopo aver chiuso la porta dell’appartamento dove l’incendio era in atto, accedevano all’interno delle case riuscendo a portare in salvo tutti gli inquilini tra i quali i famigliari di un condomino, che non era più riuscito ad entrare in casa ormai invasa dal fumo.

 

Portate in salvo le persone, un poliziotto del Commissariato, libero dal servizio, che stava prestando ausilio ai colleghi, avendo la madre residente in quel civico, notava che all’appello non erano presenti, però, due persone, madre e figlia, abitanti nell’appartamento soprastante quello interessato dall’incendio. Immediatamente, quindi, gli uomini della Polizia di Stato, dopo essere riusciti ad aprire la porta di quell’appartamento, invaso totalmente dal fumo, si introducevano nello stesso, portando in salvo la madre e la figlia, quest’ultima trovata immobile sul letto della sua cameretta.

 

Alcune persone, una volta al sicuro, sono state controllate presso l’ospedale di Tarquinia, poi dimesse con prognosi di pochi giorni. Gli inquilini del palazzo hanno trascorso la notte da parenti ed amici e nella mattinata odierna sono rientrati negli appartamenti giudicati agibili.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email