VETRALLA – “Incendio di sterpaglie in località Foro Cassio. Le operazioni di spegnimento sono andate avanti per un paio di ore; rapido l’intervento dei soccorsi sia della Polizia Locale , dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile di Vetralla.

Poca pulizia, pochi controlli, scarsa manutenzione. Basterebbe affidare terreni, parchi e strutture ricettive immerse nel verde ad associazioni, comitati cittadini e semplici volontari, che potrebbero garantire la cura e la manutenzione dei siti scongiurando altri eventuali incendi e prevenendo sul nascere qualsiasi tipo di emergenza”, afferma Giardino Gennaro, portavoce di alcuni cittadini Vetrallesi.

“L’amministrazione deve avviare urgentemente un piano per affrontare quella che è diventata una vera e propria emergenza, lo stato di abbandono in cui versano alcune aree private e comunali, sia all’interno che all’esterno del centro abitato, per le quali non vengono eseguite le ricorrenti operazioni di manutenzione dell’erba ed eventuali potature delle essenze arboree riscontrando la scarsa attenzione che si pone alla prevenzione degli incendi di sterpaglie e boschivi.

Un paese più ordinato darebbe meno l’idea di “abbandono”, che siamo oramai abituati a respirare da troppo tempo. Mi accorgo che Vetralla, differentemente da molti paesi confinanti, presenta dei livelli di manutenzione equiparabili ai paesi del sud Europa.

Prima dei sogni di mega-progetti per buttare fumo negli occhi ai cittadini, sarebbe il caso di eseguire una buona manutenzione al verde pubblico e al rifacimento del manto stradale, solo cosi potremmo avere turismo e dare vita al nostro amato paese. Di seguito pubblico le foto che dimostrano in che condizione è ridotta la zona di Foro Cassio”.

Gennaro Giardino