MONTEFIASCONE – I lavori di ammodernamento della rete fognante nella zona delle Grazie, in Montefiascone, iniziati appena tre giorni or sono, condivisi dalla popolazione e ritenuti di indubbio valore, quindi estremamente urgenti nell’essere realizzati, sono già fermi.

Un plauso all’Amministrazione Comunale che ha sollecitato e voluto questi lavori, ma chi li sta eseguendo, sia la ditta operativa sia la società titolare, gestrice della rete idrico-fognaria, dovrebbero dare più continuità ai lavori anche in virtù della loro delicatezza.

Da due giorni il tratto primario della rete intercettato, è aperto. Le varie condotte secondarie che s’innestano su di esso sono a cielo aperto; di conseguenza i liquami che le condotte secondarie adducono alla struttura primaria, emanano acri odori ed al tempo stesso non danno un spettacolo bello a vedersi, visto che ristagnano sugli orli della buca aperta.

Nei dintorni l’aria è satura di odiosi odori, mentre i topi di fogna fanno sfoggio di se, della loro grandezza sull’apertura dei tubi; uno scenario veramente indegno senza che qualcuno intervenga; dai competenti uffici della ASL all’Ufficio tecnico comunale che sono tenuti, comunque, a vigilare visto che si sta operando su una struttura la quale, più o meno direttamente o indirettamente, interessa la salute pubblica. Non va poi dimenticato che, appena un metro oltre la buca su cui corre il marciapiedi, esistono delle abitazioni visto che il tutto si trova in Via delle Grazie numero due.

Domani è sabato, quindi a seguire domenica per cui è facilmente deducibile che, ancora per questi giorni, i lavori rimarranno fermi e la deprecabile attuale situazione non migliorerà. La ditta, infatti, ha anche aperto un piccolo passaggio lateralmente alla buca per permettere ai cittadini di raggiungere, almeno a piedi, la chiesa.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook