GROTTE DI CASTRO – Ieri i Carabinieri del N.A.S. di Viterbo unitamente ai colleghi della Stazione di Grotte di Castro sono intervenuti a seguito di alcune segnalazioni da parte di alcuni degenti e dei loro familiari, all’interno di una casa di riposo per anziani per verificarne le condizioni e il regolare possesso delle rispettive autorizzazioni.

 

Al termine del controllo i militari hanno denunciato in stato di libertà tre persone, in particolare: una cittadina Moldava di 42 anni, addetta all’assistenza degli anziani per maltrattamenti agli stessi, abbandono di incapaci e violenza privata. Da quanto accertato dai militari la donna avrebbe maltrattato alcuni ospiti infliggendo punizioni ed atti di violenza psicologica e, in alcune occasioni anche fisiche; due cittadini Italiani di 75 e 51 anni, rispettivamente presidente della suddetta casa di riposo e titolare della società di gestione dei servizi, per aver accolto anziani non autosufficienti in assenza della prescritta autorizzazione, applicato misure di contenzione in assenza della preventiva prescrizione medica e omesso di assicurare il servizio di assistenza, controllo e vigilanza ai pazienti non autosufficienti. Adesso si attendono le decisioni dell’Autorità amministrativa e Giudiziaria per le incombenze del caso.

Commenta con il tuo account Facebook