La sera tra sabato e domenica, ritornavano dalla capitale dove si erano recati per fare rifornimento di un’ importante carico di stupefacente, ma ad attenderli all’ingresso della cittadina falisca c’erano i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montefiascone, che avevano attivato poco prima un servizio di osservazione a distanza dell’ autovettura dove i due viaggiavano, attivato a seguito dell’atteggiamento guardingo del ragazzo alla guida; il servizio di osservazione ha quindi segnalato all’autoradio la macchina, prontamente bloccata e quindi sottoposta a perquisizione, al termine della quale venivano trovati con oltre 6 etti di hashish, occultati in uno zainetto poggiato sui sedili posteriori, droga che indubbiamente era destinata alla vendita sul mercato locale. In tasca, inoltre, i due complessivamente avevano € 600,00, soldi evidentemente ricavati dall’attività di spaccio. Droga e soldi immediatamente sequestrati.

Si tratta di due ragazzi giovanissimi del posto, di cui uno già noto alle forze dell’ordine perché coinvolto in precedenti analoghe operazioni. Entrambi sono stati arrestati in flagranza di reato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ora si trovano agli arresti domiciliari.

I Carabinieri della Compagnia di Montefiascone sono arrivati ad intercettare i due “pendolari della droga” attraverso una incessante specifica attività tesa a contrastare gli illeciti in materia di sostanze stupefacente, attuando in mirati servizi di osservazione e pedinamento, e sviluppando un’ attività informativa di profondita’.

Commenta con il tuo account Facebook