MONTEFIASCONE – In questi giorni, nei quali la pioggia regna sovrana e detta le sue leggi inconfutabili, stanno emergendo, sul tratto della regionale Cassia che attraversa la frazione Grilli, nel comune di Montefiascone, e precisamente dall’inizio del Km ottantasei alla fine del Km ottantasette, una serie di difficoltà per il traffico automobilistico.
Un fiume d’acqua, lungo i rettilinei, invadendo buona parte della sede stradale, corre lungo i bordi dei marciapiedi e nei punti tortuosi o semi pianeggianti, sulla sede stradale, si formano degli allagamenti provocando difficoltà alle auto e soprattutto ai veicoli a due ruote.

Sotto i marciapiedi, laterali alla sede stradale, corre una condotta per la raccolta delle acque, ma gli sbocchi, tra essa e la sede stradale, ad un controllo effettuato, risultano tutti più o meno ostruiti; l’acqua quindi non può defluire nella condotta e, a briglie sciolte, scorre sulla sede stradale.

Nessuno vuol fare una sterile polemica ma chi deve mantenere in efficienza questa struttura viaria dove sta?! Chi deve fare manutenzione, che poi si rivela prevenzione, e quindi sicurezza del traffico automobilistico, cosa fa?! Si domandano gli automobilisti, soprattutto quelli locali.

Non va poi dimenticato che gli alberi lungo i marciapiedi sono anni che non vengono più potati per cui i rami più bassi hanno superato il limite della sede stradale e urtano contro i mezzi pesanti camion e bus che essi siano per cui, al fine di evitare lo sfregamento con essi, i conducenti di tali mezzi cercano, sempre di più, di transitare al centro della sede stradale camminando spesso sulla striscia bianca di mezzadria con le relative conseguenze.

Non si deve dimenticare che, alcuni mesi fa, uno di questi rami non curato, secco, cadde su una macchina in transito, per fortuna senza gravi conseguenze per il conducente, grazie alla sua guida accorta e la bassa velocità che portava.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook