Pietro Brigliozzi

 

MONTEFIASCONE – Nella giornata di ieri presso la clinica S.Teresa in Viterbo si è spenta la vita in uomo che ha dato un certo lustro alla città di Montefiascone per la sua dedizione ed il lavoro gratuitamente dato per il restauro di diversi monumenti importanti nella storia della cittadina falisca. Luigi Marmo (foto), consumato dal male del secolo, silenziosamente se ne è andato, lasciando intorno, specialmente nel mondo della tifoseria calcistica locale un grande vuoto.

 

Luigi non è stato soltanto un grande artigiano nel campo della lavorazione della Pietra, marmi e peperino, ma è stato un elemento importante della società sportiva degli anni sessanta quando ha ricoperto anche il ruolo di allenatore di una formazione giovanile. Egli era un grande tifoso del Montefiascone e, specialmente dopo che aveva finito di lavorare ed entrato nel tempo del pensionamento, era sempre presente sulle gradinate dello stadio delle Fontanelle a vedere ogni partita per sorreggere, con un tifo appropriato, la squadra di turno sul tappeto verde. Il Montefiascone Calcio, con la scomparsa di Luigi, ha perduto un grande tifoso, la cittadina falisca un valido artigiano. Le esequie civili si terranno domani, martedì diciannove maggio, alle ore dieci, presso l’ingresso della parte nuova del cimitero S. Lazzaro in Viterbo. A Luigi il saluto più caloroso e sincero di tutto il mondo calcistico di Montefiascone; dirigenza della Società Sportiva A.S.D. Montefiascone e tifoseria intera.

 

DSC_1971

Commenta con il tuo account Facebook