>VITERBO – “Daniela non ce l’ha fatta, ha lottato tanto, ma invano. È difficile, da mamma, non cadere nello sconforto. In un attimo tre famiglie hanno perso una ragione di vita. Si, perché quando ti muore una figlia, in un modo così tragico, la tua vita diventa inutile. È per i nostri figli, per i nostri nipoti il motivo per cui ci alziamo la mattina con il sorriso sulle labbra e la voglia di spezzarci per loro.

 

Ora ci resta solo di unirci a Don Gualberto nella preghiera, affinché la piccola Noemi riesca a guarire bene ed in fretta. Solo il suo dolce sorriso, le sue prime parole, i piccoli gesti, leniranno in piccola parte il grande dolore. Sarà proprio lei a far rifiorire la speranza. Al padre di Daniela, Paolo alla mamma Anna e al marito Daniele l’abbraccio sincero di chi in questi giorni ha pregato e sperato. A te Daniela, il compito di vigilare dal cielo, sulla tua piccolina e su i tuoi cari. Che la terra ti sia lieve!”

 

Daniela Bizzarri

Commenta con il tuo account Facebook