Il NAS di Viterbo, nell’ambito di una serie di servizi che hanno avuto come obbiettivo diverse strutture turistico-recettive e socio assistenziali laziali, ha segnalato 10 persone alle ASL di Viterbo e Rieti.
Il provvedimento ha riguardato gestori e proprietari di diverse strutture che avevano omesso di applicare i protocolli per la prevenzione ed il controllo del rischio legionellosi.