4277 identificati; 6 arrestati; 7 denunciati in stato di libertà; 115 pattuglie impiegate a bordo treno per 273 treni scortati, 48 contravvenzioni amministrative di cui 42 contestate in materia ferroviaria.

Questo è il bilancio dell’attività messa in campo dal personale della Specialità della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nel corso della settimana scorsa con l’impiego su tutto il territorio regionale di 624 pattuglie.

Il giorno 21 giugno scorso, la pattuglia di Polizia Ferroviaria in servizio presso la Sottosezione Polfer di Roma Tiburtina ha arrestato una cittadina italiana quarantaquattrenne che nella serata si è resa responsabile del furto, in una farmacia presente in stazione, di vari prodotti di cosmesi per un valore totale di €150. La refurtiva è stata integralmente recuperata e riconsegnata al personale dell’esercizio commerciale che ne aveva denunciato il furto.

Nelle giornate tra il 19 e il 20 giugno, alla stazione ferroviaria di Roma Termini, gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Lazio hanno arrestato quattro persone; una prima coppia composta da due donne , rispettivamente di origini croate e bosniache, è stata sorpresa dalla pattuglia di Polizia ferroviaria, all’interno della stazione di Roma Termini in data 19 giugno scorso, intenta ad impossessarsi di una borsa di un viaggiatore statunitense in partenza e contenente oltre € 4000; la seconda coppia, questa volta cittadini italiani, è costituita da due topi d’auto sorpresi dalla pattuglia della Polizia Ferroviaria di rientro da un processo a rubare su un’auto posteggiata in viale Angelico. Gli stessi, dopo aver forzato la serratura di uno sportello, si impossessavano dei beni custoditi per un valore di circa €600. In entrambi i casi la refurtiva veniva recuperata e restituita ai legittimi proprietari.

Il giorno 17 giugno infine, un’altra donna, questa volta di origini rumene, è stata arrestata dalla pattuglia di Polizia Ferroviaria in servizio alla Stazione di Roma San Pietro. La quarantenne, con svariati precedenti per truffa ed associazione per delinquere, è risultata destinataria di un mandato di arresto europeo emesso, dall’Autorità Giudiziaria tedesca, proprio per i predetti reati di truffa ed associazione.

Sono sei invece i provvedimenti relativi alle “Disposizioni urgenti in materia di decoro urbano” operati dalla Squadra di Polizia Amministrativa Compartimentale in collaborazione con il personale del Reparto Polfer della Stazione Roma Termini.

Non solo attività di repressione dei reati, ma anche polizia di prossimità infatti, la pattuglia Polfer della Polizia Ferroviaria di Ciampino, in servizio di scorta viaggiatori sulla tratta Formia Roma Termini, ha rintracciato, nella giornata del 21 giugno scorso, a bordo di un treno proveniente da Napoli una cittadina italiana che si trovava in stato confusionale. Una volta giunti alla stazione di Roma Termini la donna è stata affidata ai parenti.

Infine nella giornata di martedì 18, una cittadina italiana madre di due figli che recava con se si è rivolta ad una pattuglia del Reparto Polfer di Roma Termini chiedendo loro aiuto e di essere affidata ad una casa famiglia della Capitale. La donna dopo poco, grazie all’intervento dei servizi sociali è stata affidata alle cure di personale di una casa di accoglienza per donne madri.

Commenta con il tuo account Facebook