MONTEFIASCONE – Le lanterne apposte sulle spallette del muro, all’ingresso della parte nuova del civico cimitero, espandono luce nella zona.

Questa mattina, finalmente, dopo qualche mese, con l’uso di un mezzo dotato di braccio telescopico e cestello, gli operai del comune, specializzati nel settore impiantistica elettrica, tra non poche difficoltà, sono riusciti ad alimentare le suddette fonti luminose.

Difficoltà incontrate durante il lavoro, in quanto, nell’effettuare fori per il passaggio del cavo elettrico, dietro il vistoso rivestimento in travertino, hanno trovato un muro in cemento armato per circa quaranta centimetri di spessore che doveva, comunque, essere forato per fare quel lavoro pulito senza invadenza estetica della parete; altre difficoltà, seppur di minore entità sono state incontrate anche nel sistema logistico operativo.

Un intervento che andava fatto sia in considerazione che detta illuminazione era necessaria anche al fine di maggior visibilità notturna, oltre che per dare maggior dignità allo stesso ingresso del cimitero.

Per quanto riguarda il funzionamento logistico di accensione spegnimento, i tecnici, saggiamente, hanno utilizzato un apparato già esistente e funzionante sul posto, di conseguenza, con questo piccolo accorgimento, indice di professionalità, hanno contribuito ad un risparmio di spesa. Ad onor di cronaca, va ricordato che, le suddette lanterne, sono un dono fatto dall’Associazione Centro Anziani di Montefiascone del presidentissimo Ugolini.

Brigliozzi Pietro

Commenta con il tuo account Facebook