Gli uomini della Polizia di Stato della Sezione Polizia Stradale di Viterbo e dei Distaccamenti di Monterosi e Tarquinia, la settimana scorsa hanno attuato l’operazione ad “alto impatto” sull’uso corretto delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini. A tali controlli, si sono affiancati quelli relativi al corretto utilizzo del casco da parte dei ragazzi che usano gli scooter e dei maggiorenni che guidano le motociclette.

I dati statistici confermano – afferma il Dirigente Polstrada di Viterbo, Dr. Porroni – che, a fronte di una sempre maggiore sensibilizzazione e consapevolezza da parte degli automobilisti sull’uso dei sistemi di ritenuta per i passeggeri dei sedili anteriori dei veicoli, di contro persiste ancora una certa riluttanza al loro corretto utilizzo da parte degli occupanti i sedili posteriori. Allo stesso modo, risultano esserci delle “resistenze” riguardo all’uso dei predetti dispositivi per i bambini che utilizzano i seggiolini.

Sulle principali arterie extraurbane provinciali, gli equipaggi della Polizia Stradale hanno controllato 253 veicoli, elevando un totale di 79 infrazioni al Codice della Strada, 19 delle quali proprio per il mancato uso delle cinture di sicurezza o degli appositi seggiolini per minori che, si ricorda, debbono essere regolarmente omologati.

Nello stesso lasso temporale, inoltre, sono stati rilevati 4 incidenti stradali, nei quali sono rimaste ferite in modo lieve 3 persone, mentre in un altro sinistro si sono contati soli danni alle cose. 114 i punti-patente decurtati, 37 sono stati i soccorsi stradali effettuati ed una carta di circolazione è stata ritirata.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email