TARQUINIA – Nei giorni scorsi personale della Polizia di Stato del Commissariato di Tarquinia ha notificato ad un trentaseienne la misura cautelare del Divieto di Dimora nel Comune di Civitavecchia, con contestuale Divieto di Avvicinamento al luoghi frequentati dalla ex convivente a meno di 500 metri.

Inoltre l’uomo non potrà più avere contatti con la donna con la quale con potrà comunicare neanche con telefono o con strumenti informatici.

Il provvedimento restrittivo, come riportato in un comunicato della Polizia, è scaturito a seguito di una riservata attività d’indagine della Polizia di Stato che ha avuto origina da una donna che ha denunciato che l’ex convivente, dall’estate del 2016, aveva iniziato a perseguitarla, sottoponendola in più occasioni a violenze, minacce e offese, anche con parole irripetibili.

In più di un’occasione l’uomo l’aveva addirittura inseguita per strada.

I riscontri investigativi venivano trasfusi in una dettagliata informativa di reato consentendo all’A.G. di emettere la misura cautelare nei confronti dell’uomo, che veniva intercettato, a conclusione di specifici servizi, per le strade di Tarquinia, dagli uomini della Polizia di Stato del Commissariato.

Proseguono, inoltre, i servizi di controllo del territorio da parte del Commissariato di Tarquinia, volti a contrastare ogni illegalità sul litorale viterbese che saranno attuati periodicamente e rafforzati anche con l’impiego dei reparti speciali della Polizia di Stato.

Commenta con il tuo account Facebook