3609 identificati; 1arrestato;16 denunciati in stato di libertà; 106 pattuglie impiegate a bordo treno per 243 treni scortati, 9 contravvenzioni amministrative di cui 7contestate in materia ferroviaria.

Questo è il bilancio dell’attività messa in campo dal personale della Specialità della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nel corso della settimana scorsa con l’impiego su tutto il territorio regionale di 468 pattuglie.

Nella mattinata di domenica 28 luglio, Agenti della Polizia Ferroviaria in servizio presso la Stazione di Civitavecchia, hanno rintracciato e denunciato un italiano di 56 anni che si è reso autore del furto di un portafogli commesso ai danni di un turista inglese di 77 anni. L’anziano viaggiatore ha spiegato agli Agenti di essersi accorto della sparizione del portafoglio dopo aver convalidato il proprio biglietto ferroviario, circostanza nella quale era stato aiutato da un uomo. Gli Agenti della Polizia Ferroviaria quindi,dopo un breve indagine, effettuata anche attraverso la visione delle immagini della videosorveglianza della Stazione, hanno riscontrato che effettivamente l’uomo che aveva dato aiuto al turista si era impossessato del portafoglio che era caduto a terra mentre l’uomo lo stava riponendo nella tasca. L’autore del fatto, conosciuto dagli Agenti della Polizia Ferroviaria come abituale frequentatore della stazione, è stato rintracciato in un bar cittadino e condotto negli uffici della Polizia Ferroviaria dove ha riconsegnato il denaro rubato ed ha indicato il luogo ove era stato gettato il portafoglio con i documenti permettendone così il ritrovamento e la successiva riconsegna alla vittima.

Lo scorso 31 luglio, durante i servizi di prevenzione svolti dagli Agenti della Sottosezione di Polizia Ferroviaria di Roma Tiburtina, è stato controllato un italiano di 29 anni che alla vista degli Agenti assumeva un atteggiamento sospetto. Il giovane, già con precedenti di Polizia, all’invito a seguire gli Agenti negli uffici della Polizia Ferroviaria, ha consegnato ai poliziotti, nella speranza di farla franca, una bustina con all’interno dello stupefacente. Gli Agenti della Polizia Ferroviaria però, non convinti, lo hanno comunque perquisito ed infatti, nei suoi slip, veniva trovato un altro involucro con circa 28 grammi di “marijuana”. L’uomo è stato arrestato per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Storia a lieto fine quella accaduta il 30 luglio quando, alla stazione di Fiumicino una mamma, oberata dai tanti bagagli ed in partenza per Roma Termini, ha affidato momentaneamente il bambino di due anni ad un viaggiatore salito sullo stesso treno per caricare le tante valigie e convalidare il biglietto. La corsa verso la macchinetta obliteratrice, situata poco distante, le ha fatto però perdere di vista il treno che ha chiuso le porte ed è partito lasciandola a terra. Sono attimi di panico per la madre che non sa cosa fare ma il Capotreno, che a bordo è già stato avvisato proprio dal passeggero che custodisce il bambino, informa immediatamente la Centrale Operativa del Compartimento Polizia Ferroviaria che provvede ad accogliere il bimbo con una pattuglia della Polizia Ferroviaria in attesa del suo arrivo alla Stazione Termini. La donna, rincuorata, ha poi preso il treno successivo riunendosi dopo poco con il proprio pargolo accudito da una poliziotta. Tutto è bene ciò che finisce bene.

Commenta con il tuo account Facebook