4 arresti; 11 persone denunciate in stato di libertà; 4628 identificati; 91 le pattuglie impiegate a bordo treno per i 238 treni scortati, 7 le contravvenzioni contestate in materia ferroviaria, 7 i minori rintracciati ed affidati alle rispettive famiglie e due le persone straniere accompagnate presso Centri per il Rimpatrio poiché destinatari di un ordine di espulsione dal Territorio Nazionale.

Questo è il bilancio dell’attività messa in campo dal personale della Specialità di Polizia Ferroviaria del Compartimento Polizia Ferroviaria del Lazio nel corso della settimana scorsa con l’impiego su tutto il territorio regionale di 579 pattuglie.

In particolare, intensa e proficua è risultata l’attività posta in essere dal personale della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale che ha tratto in arresto nella Stazione Termini, in tempi e circostanze diverse tra loro, due persone straniere, un algerino ed un palestinese, per reati predatori sul bagaglio di viaggiatori mentre altre due persone straniere di nazionalità marocchina sono state arrestate, poiché autori di una rapina commessa ai danni di un viaggiatore straniero a cui hanno tentato, colpendolo anche con un pugno al volto, di strappare la catenina d’oro dal collo.

Cinque sono le persone denunciate a vario titolo dal personale del Settore Operativo di Roma Termini tra queste nella giornata di ieri l’ultimo dato è relativo a un cittadino francese resosi responsabili di lesioni a carico di un viaggiatore.

Infine due sono le persone rintracciate e risultate irregolari sul territorio nazionale.

La prima, di nazionalità algerina è stata rintracciata dalla pattuglia della Polizia Ferroviaria all’interno della Stazione di Roma Termini mentre la seconda, di nazionalità nigeriana è stata rintracciata dalla pattuglia della Polizia Ferroviaria presso la stazione ferroviaria di Colleferro. Entrambe le persone straniere sono state accompagnate per l’espulsione presso Centri per il Rimpatrio.