1 arrestato, 10 indagati, 5.957 persone controllate, 422 pattuglie impegnate in stazione e 71 a bordo di 168 treni, 20 sanzioni amministrative elevate di cui 4 al Regolamento della Polizia ferroviaria, 4 minori rintracciati e riaffidati.

Questo è il bilancio dei controlli effettuati dal Compartimento polizia ferroviaria per il Lazio nell’ultima settimana. Il 2 ottobre, gli agenti della Polfer di Roma Termini hanno arrestato uno straniero di nazionalità nigeriana di 32 anni perché gravato da un ordine di carcerazione dovendo espiare 11 mesi e 20 giorni di reclusione per un cumulo di pena per vari reati. In particolare, dopo un’accesa lite all’esterno della stazione, tra un tassista e il 32enne, durante la quale quest’ultimo ha mostrato con fare minaccioso una pistola alla cintola, senza estrarla, i due sono venuti alle mani. Nella colluttazione la pistola, che era un’arma giocattolo senza tappo rosso, è caduta a terra rompendosi in più pezzi. Bloccati entrambi dai poliziotti, che nel frattempo sono intervenuti, dopo aver raccolto la testimonianza del tassista, hanno denunciato lo straniero per il reato di minacce e per la ricettazione di una tessera Asl altrui.

Sottoposto ad accertamenti più approfonditi, è emerso, inoltre, che il 32enne era irregolare sul territorio nazionale, nonché ricercato dal Tribunale di Roma. L’uomo è stato condotto in carcere.