VITERBO – Personale specialistico della Sezione Polizia Stradale di Viterbo ha tenuto ieri pomeriggio un incontro presso il Liceo Scientifico Statale “Paolo Ruffini” del capoluogo, alla presenza di una cinquantina tra docenti e dirigenti scolastici degli istituti superiori della nostra provincia, in merito all’attuazione del protocollo di collaborazione sottoscritto nel corso del 2015 dal Dipartimento della P.S. – Servizio Polizia Stradale e dal MIUR, riguardante i viaggi d’istruzione.

Secondo tale accordo, infatti, la Polstrada, all’atto della partenza della gita, pone in essere un controllo approfondito che riguarda il mezzo ed il conducente (la revisione, le dotazioni di sicurezza, l’efficienza generale del veicolo, i tempi di guida, le condizioni psico-fisiche del guidatore, la documentazione prevista dal CDS, ecc.); il protocollo ha previsto, inoltre, una serie di “responsabilità” in seno sia ai dirigenti scolastici (che organizzano le gite), sia riguardo ai docenti (che prendono parte ai viaggi d’istruzione).
In questo senso, l’incontro, richiesto da diversi istituti locali (siamo già al terzo), è servito per chiarire quali sono i compiti ed i doveri degli insegnanti al momento della partenza del bus, durante il tragitto dello stesso e all’atto del viaggio di ritorno. Gli agenti Polstrada intervenuti hanno illustrato le direttive inserite nel protocollo, risposto ai numerosi quesiti proposti loro dall’uditorio e rappresentato alcuni esempi concreti.

Si è trattato di un’iniziativa molto importante: anche tramite una corretta informazione, infatti, gli agenti della Polstrada contribuiscono a far in modo che tutti gli studenti, le loro famiglie e anche i docenti possano godersi una gita piacevole ed un ritorno a casa privo di preoccupazioni.

Già sono in cantiere, da parte della Polstrada, altri incontri esplicativi di questo genere, richiesti da istituti e scuole di ogni ordine e grado.