MONTEFIASCONE – Grande giornata storica per l’AS.VO.M., quella di oggi. Sua Ecc.za il prefetto di Viterbo, Dr. Giovanni BRUNO, alle dodici e quindici, accompagnato dal suo autista, invitato dalla Presidenza della suddetta Associazione, era puntualmente presente presso il capannone, nella frazione Fiordini, ove l’AS.VO.M.- Protezione Civile, ha il suo quartiere generale.

Il sig. Prefetto è stato ricevuto con tutti gli onori del caso, anche se con una forma semplice ma permeata di quella cordialità che poi è aleggiata su tutti, per tutto il resto della giornata; è stato salutato, dopo la sua discesa dalla macchina, dalla presidente dell’AS.VO.M. Claudia Ciripicchio, dal suoi vice Tonino Fiani, dal sig. sindaco Massimo Paolini, dal comandante della locale stazione dei Carabinieri Luogotenente Fabrizio Botticelli, dal comandante della Compagnia capitano Antonino Zangla, dal Comandante della Polizia Locale Luigino Salvatori e dalla sua vice Giulia Bassi. Sua Ecc.za, accompagnato dal Fiani, che Le dava le relative informazioni tecniche, ha passato in rassegna tutti i mezzi che erano stati, opportunamente e ragionevolmente allineati sul piazzale. Una particolare attenzione il sig. prefetto, l’ha posta sul camper ove è installata la sala operativa mobile dell’AS.VO.M. Protezione Civile, apprezzandone le strutture e, soprattutto, la parte altamente tecnologica con la quale essa è allestita.

Si è quindi tenuto l’incontro ufficiale nella sala delle riunioni all’interno del container adeguatamente trasformato a spazi polivalenti che, per ogni occasione, si possono trasformare da luogo di conferenze a sala di ristoro e viceversa. In una prima fase, vi è stato il saluto del sindaco, quindi il discorso di un volontario, a seguire, il discorso del sig. Prefetto; ne è seguita una pausa, durante la quale, Sua Ecc.za ha visitato la nuova cucina mobile preparata sul piazzale antistante, per la visita, mentre lo staff dei cuochi, nella stessa sala allestiva la mensa per il pranzo. Intorno alle tredici e trenta, presenti le autorità e circa venticinque volontari, tutti intorno ad un bel tavolo, ha avuto inizio il pranzo con Sua Ecc.za in un clima di alta cordialità, in un clima festoso, durante il quale ognuno ha potuto dire ciò che sentiva in animo e lo steso prefetto rispondeva con un dialogo sereno, e a volte accompagnato da sorrisi che facevano trasparire la sua contentezza di essere tra tali commensali gioiosi, scherzosi e spensierati, componenti l’AS.VO.M..

Intorno alle sedici, dopo la consegna, di alcuni doni ricordo da parte del presidente dell’AS.VO.M. all’Illustre Personaggio, si è concluso l’incontro in un clima di piena soddisfazione per tutti, specialmente per l’AS.VO.M. che, di questa giornata, ne avrà perenne memoria. Una visita molto gradita, una presenza che ha fatto morale per i volontari e dato lustro all’AS.VO.M.- Protezione Civile in considerazione che una visita di questo genere non era mai accaduta nei ventitre anni di vita dell’AS.VO.M., senza dimenticare che questa Associazione di Protezione Civile, è la prima ad essere stata visitata da Sua Ecc.za il sig. Prefetto, dopo i circa venti giorni che Egli ha preso possesso della sede in Viterbo.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook