Dura replica dei sindacati all’assessore Ciambella in merito alla visita della delegazione di Avignone

 

VITERBO – Le organizzazioni sindacali della Polizia Locale non ci stanno e replicano alle affermazioni rilasciate dall’Assessore Ciambella in merito al problema sollevato sull’utilizzo del personale della Polizia locale in servizio di pronta reperibilità.

 

L’assessore, ci dispiace affermarlo, un po’ ingenuamente difende l’operato dell’amministrazione comunale in maniera poco efficace, dribla il problema con frasi ad effetto sulla lungimiranza della visita e sulla portata dell’evento; ma le OO.SS. affondano sul problema e affermano: “L’Assessore dimostra in ogni sua azione di non conoscere assolutamente le problematiche e le attribuzioni degli appartenenti al Corpo di Polizia Locale. Nel suo tentativo di giustificare gli errori commessi in occasione della visita della Delegazione di Avignone di tutto ha parlato meno che del problema da noi sollevato: “Può il personale della P.L.” essere utilizzato con funzioni di autista? Può personale non dipendente del Comune di Viterbo e della Polizia Locale essere trasportato su mezzi della Polizia Locale? Può, principalmente personale di turno per Pronta Reperibilità essere distolto dal suo servizio per accompagnare dette persone in albergo?

 

Inoltre visto che l’Assessore tiene così tanto alla sicurezza, perché l’unità di personale comandata di servizio alla Centrale Operativa è stato distolta da tale servizio, sempre per svolgere mansioni di autista, lasciando quindi abbandonati a se stessi gli agenti in servizio esterno? Quando L’Assessore riterrà opportuno rispondere a tali quesiti noi saremo a disposizione ad ascoltarla. In ultimo ci domandiamo se in occasione della visita della Delegazione Viterbese ad Avignone la stessa sia stata scorrazzata da personale della Polizia Francese. Considerando la parsimonia dimostrata dall’Assessore Ciambella in tale circostanza, ci spieghiamo come mai ad oggi ancora non siano state liquidate al Personale della P.L. le spettanze relative al lavoro svolto nell’estate 2014. Rientra forse anche questo nel piano dei risparmi?”

 

UIL Aluisi Marco
Cisl Rizzo Maurizio
SULPM Scardozzi Maurizio
SECS Matteucci Paolo

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email