MONTEFIASCONE – L’impianto semaforico installato dalla passata Amministrazione guidata da L. Cimarello, competente per territorio con la consulenza e collaborazione dell’Azienda Regionale Astral, quale titolare della strada, a nord di Zepponami, sulla regionale Cassia a protezione della curva di Montisola, famosa per i molteplici incidenti mortali accaduti su di essa negli scorsi anni, da diversi mesi non funziona più in modo completo e nel suo stato ottimale, per cui, gli automobilisti che vi transitano ricominciano a procedere con una velocità sostenuta per non dire sufficiente a causare nuovi incidenti.

Quell’impianto fu installato a seguito della morte del giovane Marco Brigliozzi; fino a pochi mesi fa (Dicembre) ha funzionato abbastanza bene, ora, sono passati circa due mesi, che funziona soltanto nella sua fase di giallo lampeggiante fisso e continuo. Intervenire per una accurata manutenzione, con personale specializzato, sarebbe non solo opportuno ma doveroso; come pure sarebbe opportuno che lo si aggiornasse, mettendolo in grado che oltre a fare i rilievi di velocità fosse in grado anche di effettuare foto per le relative sanzioni ai trasgressori, visto che, almeno per quanto ci dato di sapere, dovrebbe essere predisposto anche per queste funzioni.

Qualora non lo fosse, al pari di quanto è stato fatto sulla provinciale Commenda, sarebbe bene ed auspicabile che venisse aggiornato in tal senso; il tutto in nome e per la tutela di quella totale sicurezza sulla strada come il relativo codice prevede.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook