VITERBO – Lo scorso 14 marzo, nel pieno centro storico di Viterbo, veniva consumata una violenza rapina presso la gioielleria Bracci.
I Carabinieri del Comando Provinciale di Viterbo, dopo appena un giorno, grazie ad una serrata attività d’indagine, riescono ad individuare gli autori del fatto delittuoso, localizzando all’interno di un appartamento sito a Montalto di Castro.

Qui vengono sottoposti a fermo di indiziato di delitto 2 uomini e una donna mentre veniva denunciata in stato di libertà un’altra donna, perché in stato di gravidanza.

Il G.I.P. del Tribunale di Civitavecchia convalidava l’operato dei Carabinieri, applicando per i suddetti indagati la custodia cautelare in carcere, trasmettendo gli atti alla Procura della Repubblica di Viterbo, competente territorialmente.

Il G.I.P. di Viterbo, su richiesta della locale Procura della Repubblica, valutati i gravi indizi in ordine al delitto di rapina aggravata e detenzione illegale di armi il 28 marzo 2018 ha emesso una nuova misura cautelare della custodia in carcere nei confronti dei tre.

Commenta con il tuo account Facebook