ORTE – I Carabinieri della Stazione di Orte a seguito di una attività d’indagine condotta in collaborazione con i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro Viterbo, tesa a monitorare soggetti percettori di reddito di cittadinanza italiani e stranieri, attraverso una ricerca informativa in una prima fase e investigativa nella fase successiva, hanno scoperto 10 persone tutte residenti ad Orte che per ottenere il beneficio economico offerto dallo Stato, hanno dichiarato falsamente le loro attestazioni di residenza, hanno omesso di dichiarare redditi riferibili a loro o a loro familiari conviventi, hanno falsamente , per quanto attiene agli stranieri , attestato di risiedere in Italia da oltre 10 anni anche se in modo non continuativo e risiedere comunque nell’ attuale residenza dal oltre 2 anni.

Tutti i denunciati hanno un’ età tra i 24 e i 67 anni, di cui 7 sono di origine straniera e 3 sono italiani. La cifra complessiva frodata allo Stato ammonta a oltre 55 000 euro in totale. A seguito della denuncia, i sussidi sono stati tutti revocati dalla direzione provinciale dell’ INPS.