TUSCANIA – Nella tarda serata di ieri i carabinieri della Stazione di Tuscania insieme ai colleghi del pronto intervento hanno arrestato in flagranza di reato quattro giovani colpevoli di aver dato luogo ad una furiosa rissa all’esterno di una pizzeria.

 

Per tre amici, due pregiudicati trentenni ed una ragazza albanese di vent’anni, tutti residenti a Tuscania, una tranquilla serata a cena si è conclusa all’ospedale per una assurda burla. Mentre uno dei due ragazzi, visibilmente alticcio, si trovava al bancone del locale per pagare il conto, secondo lui, era stato preso di mira da un 34enne di Marta. Pertanto lo colpiva con una bottiglia alla testa procurandogli una ferita lacero contusa alla testa. Nasceva quindi un battibecco che all’esterno del locale si trasformava in una violenta azzuffata, con i due che si colpivano addirittura con i boccali e le sedie del locale, ed il martano riceveva una bicchierata al volto che gli procurava un’altra lesione alla guancia sinistra.

 

Accorrevano quindi a dar man forte all’amico il ragazzo e la ragazza che in un primo momento erano rimasti all’interno del locale e la baruffa tra i due si trasformava in una rissa senza esclusione di colpi tanto che i tre uomini hanno riportato ferite lacero contuse ed ematomi al volto sinistro, ed uno anche la frattura delle ossa nasali e l’infrazione di una costola, con prognosi comprese tra 9 e 15 giorni. I quattro arrestati sono stati giudicati con il rito direttissimo nella mattinata di oggi.

Commenta con il tuo account Facebook