VITERBO – (M.C.) Lo aveva annunciato sin dal 26 gennaio, data dell’ufficializzazione della nuova Macchina di Santa Rosa. Gianluca Di Prospero, secondo classificato con il progetto “Rosa nel cuore” nel concorso per la realizzazione della nuova Macchina di Santa Rosa, scriveva infatti sul proprio profilo facebook: “Da oggi farò il mio lavoro e vigilerò che tutto sia regolare, e che vengano rispettati i venti giorni per la consegna del progetto esecutivo”.

 

Ma Di Prospero, nel frattempo, è andato oltre i propositi annunciati, presentando ricorso per una preseunta irregolarità. A suo dire, infatti, “Gloria”, la Macchina vincitrice ideata da Raffaele Ascenzi, non avrebbe rispettato alcuni parametri: trattasi dell’uguaglianza tra il motto che rappresenta la Macchina e il nome della stessa, che secondo Di Prospero coinciderebbero perfettamente, infrangendo così la regola dell’anonimato.

 

I giochi sono dunque riaperti? Staremo a vedere. Nel frattempo il ricorso è stato depositato nelle mani del presidente della commissione giuducatrice in attesa di essere valutato.

 

Il video di presentazione del progetto “Rosa nel cuore”

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email