TARQUINIA –  Nei giorni scorsi personale della Polizia di Stato del Commissariato di Tarquinia ha notificato a un soggetto di 35 anni, pluripregiudicato per diversi reati e in passato sottoposto alla Sorveglianza Speciale di P.S., un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Civitavecchia per estorsione e danneggiamento.

La vicenda trae origine da una denuncia presentata da una donna che lamentava di essere vittima di estorsione.

In particolare, raccontava di aver contratto un debito con un soggetto per un valore di 1000 euro, con l’accordo che avrebbe restituito la somma dopo qualche giorno, ma l’uomo, dapprima pretendeva il pagamento immediato e poi, dopo averla percossa, si impossessava della sua autovettura.

Successivamente ricontattava la donna, riferendo che per riavere la macchina la stessa avrebbe dovuto pagare 3000 euro. Ma, consegnata la somma, l’individuo dapprima richiedeva ulteriori 3000 euro e, una volta incassato il denaro, pretendeva altri 6000 euro, rivolgendo la richiesta anche ai genitori della vittima.

Ma non solo richieste di denaro. Alle rimostranze della ragazza, l’uomo rispondeva con minacce rivolte a tutta la famiglia, anche via telefono, con le quali la invitava a saldare il suo debito nonché danneggiando l’autovettura.

A seguito della denuncia i poliziotti del Commissariato avviavano una specifica attività investigativa mettendo in atto i dovuti accertamenti. Le risultanze delle indagini venivano, quindi, trasfuse in una dettagliata informativa di reato in considerazione della quale l’autorità giudiziaria emetteva il provvedimento restrittivo.

Continueranno scrupolosi ed incessanti i servizi della Polizia di Stato volti a stroncare ogni tipo di reato sul litorale viterbese.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email