VETRALLA – “Giovedì mattina sono venuto a conoscenza, purtroppo, della scomparsa del carissimo amico Giuseppe Galiano, Generale dell’esercito in pensione che nella sua carriera ha rivestito incarichi di particolare importanza, originario di Palermo ma da molti anni residente a Vetralla.

 

Lo considero un maestro di vita, ed è stato uno tra i più arditi sostenitori del gruppo “striscia Vetralla”: appariva sotto il nome di Peppino Gallipi, approvava sempre con molto interesse ciò che veniva quivi pubblicato.

 

Egli sapeva consigliarmi e farmi riflette su alcune tematiche ed accaduti che emergevano sul gruppo: molte volte mi affiorava il pensiero di mettere fine al mio sito, ma lui mi ha sempre incoraggiato ad andare avanti e non mollare.

 

Era sempre pronto a starmi vicino ed a sostenermi.

 

Peppino ha sempre apprezzato il mio lavoro, il mio interesse di trattare problematiche e tematiche del sociale, temi che ultimamente e frequentemente ci vedevano uniti a casa sua per discuterne insieme.

 

Vorrei condividere con voi alcuni dei consigli che in privato mi forniva:

 

“ Caro Gennaro, sei una persona che stimo tantissimo. Qualunque iniziativa prenderai per me va bene, ma sii cauto. Gennaro, sii amico di tutti ed intimo di nessuno. Hai in mano una buona arma e quindi sfruttala con discrezione, ricorda, lavora sempre di fioretto e mai di sciabola. Gennaro, non te la pigliare troppo e non essere impulsivo. Calma e gesso ed i cornuti vengono a galla. Non ti preoccupare Gennaro, non sei solo la gente ha fiducia in te”.

 

Dopo la perdita di Daniela Marconi, del professore Gilberto Pietrella, ho perduto un’altra delle persone più care a me.

 

Continuerò a sentire la sua mancanza come tuttora sto provando per la scomparsa di Daniela e Gilberto.

 

Addio Peppino, mi mancherai molto, sei stato un maestro di vita, un caro amico e un papà.

 

Grazie per tutto quello che hai fatto per me e ne sono certo che continuerai ancora a fare anche da lassù.

 

I funerali si svolgeranno presso il Duomo di Vetralla il giorno 3 ottobre alle ore 15”.

 

Gennaro Giardino

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email