VITERBO – Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo attuati dalla Questura di Viterbo per le festività natalizie, gli uomini della Polizia di Stato della Digos hanno denunciato due minorenni per deturpamento di cose altrui.

Il fatto si è verificato il 6 gennaio scorso quando i due ragazzi si erano introdotti all’interno della recinzione esterna di un istituto scolastico del capoluogo e tranquillamente con la vernice spray stavano scrivendo sui muri dell’edificio. Ma il movimento non è passato inosservato alla pattuglia della Digos impiegata per i controlli di competenza rafforzati proprio per le festività. I poliziotti intervenivano immediatamente sorprendendo i due ragazzi nel mentre, tranquillamente, stavano concludendo la realizzazione di un murales imbrattando le pareti esterne della scuola. Per i necessari accertamenti è intervenuto anche il personale specializzato della Polizia Scientifica che rilevava la notevole dimensione del murales, di 25 mq.

Condotti in ufficio, i due, ai quali sono state sequestrate ben 17 bombolette di vernice spray, di vari colori e tonalità ed una piccola scala, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria e poi affidati alle famiglie.

Si è trattato di un vero è proprio atto di vandalismo, con conseguenze di natura penale, quindi, anche relativamente ai successivi accertamenti che saranno effettuati per accertare la provenienza delle bombolette spray utilizzate dai minori, ma a loro non vendibili, così come disposto dalla normativa relativa che vieta ai gestori di attività commerciali la vendita di bombolette spray contenenti vernici non biodegradabili a minori di anni 18, con sanzioni previste fino a 1000 euro.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email