VITERBO – Nell’ambito dei servizi predisposti per il controllo economico del territorio, i finanzieri della Compagnia di Viterbo, sotto il coordinamento del Comando Provinciale di Viterbo, hanno effettuato una serie di controlli volti alla prevenzione ed al contrasto degli illeciti perpetrati in danno dei consumatori e della sicurezza dei prodotti acquistati.

 

La mirata attività investigativa ha permesso di sottoporre a controllo un esercizio commerciale del capoluogo della Tuscia, nel quale venivano commercializzati articoli di vario genere, provenienti, nella massima parte, dall’Oriente Asiatico.

 

L’attività ispettiva, condotta dai Baschi Verdi, ha consentito di rinvenire e porre sotto sequestro 21.000 prodotti, tra cui articoli carnevaleschi per bambini, giocattoli e materiale elettrico posti in vendita senza la prescritta marcatura CE di conformità imposta dalla normativa di settore e senza le indicazioni minime previste dal Codice del Consumo.

 

Quest’ultima operazione si aggiunge ad altro sequestro recentemente operato dai finanzieri che testimonia quanto massima sia l’attenzione rivolta nello specifico comparto dalle fiamme gialle, finalizzata alla salvaguardia della libertà economica e della libera concorrenza, sia sotto il profilo economico, sia sotto il profilo della tutela dei consumatori, soprattutto con riferimento alle fasce di popolazione maggiormente esposte.

 

Al termine delle operazioni, un cittadino extracomunitario di 39 anni è stato segnalato alle competenti autorità per violazione alla specifica normativa CE. Con l’occasione la Guardia di Finanza ricorda ai consumatori di verificare sempre attentamente all’atto di acquisto che i prodotti riportino le etichettature previste.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email